website builder

SEGRETERIA

Chi Siamo

Lo Sporting Club Livigno è un’associazione sportiva dilettantistica, formata da tutte le associazioni sportive presenti ed operanti nel territorio di Livigno.
Le sedici associazioni che costituiscono il nucleo principale dello Sporting Club Livigno forniscono alla popolazione di Livigno le varie offerte sportive che vanno dall’avviamento allo sport all’organizzazione delle gare e manifestazioni sul territorio del piccolo tibet.
Lo Sporting Club Livigno si occupa principalmente di coordinare le varie associazioni aderenti e di fornire i servizi di segreteria, prenotazione palestre, consulenze sportive ai propri associati.


Recapiti
Sporting Club Livigno
Plazal Dali Schola, 25
23030 Livigno (SO)
Tel: +39 0342 991260
Fax: +39 0342 971427
email: info@sportingclublivigno.it
 

Orari apertura al pubblico:   
Dal Lunedì al Venerdì
Mattino: dalle ore 08.00 alle ore 12.00
Pomeriggio: dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Statuto

  1. Denominazione, sede e durata.
    E' costituita una Associazione sportiva, priva di personalità giuridica ai sensi dell’art. 36 cod.civ., denominata "SPORTING CLUB LIVIGNO - Associazione Sportiva Dilettantistica", siglabile in “SPORTING CLUB LIVIGNO – A.S.D.”
    L'Associazione ha sede in Livigno (SO), Piazal dali Schola n. 25, è a tempo indeterminato e potrà essere sciolta con le modalità di cui al successivo art. 20. La sede dell’Associazione potrà essere variata all’interno del Comune di Livigno con delibera del Consiglio Direttivo.
  2. Enunciazione dei principi generali
    L’Associazione è apolitica e non ha scopo di lucro e non procede, in nessun caso, alla divisione degli utili tra i soci, nemmeno in forma indiretta.
    L’Associazione ha per finalità lo sviluppo e gestione di ogni attività sportiva, mediante la programmazione e l'organizzazione di attività sportive e lo svolgimento di attività didattica.
    L’Associazione è altresì caratterizzata dalla democraticità della struttura e dall’elettività delle cariche associative.
    L’Associazione accetta incondizionatamente di conformarsi alle norme ed alle direttive imposte dalla Legge e dal CONI, nonché a tutte le disposizioni statutarie delle Federazioni o Enti di Promozione Sportiva a cui si affilierà; essa si impegna ad accettare ogni eventuale provvedimento disciplinare che gli organi competenti delle Federazioni o Enti affilianti dovessero adottare a suo carico, nonché le decisioni che le autorità federali dovessero prendere in tutte le vertenze di carattere tecnico e disciplinare attinenti l’attività sportiva.
    Costituiscono parte integrante del presente statuto le norme degli Statuti e Regolamenti Federali nella parte relativa all’organizzazione o alla gestione delle Società affiliate.
  3. Scopo
    Scopo dell'Associazione è promuovere e diffondere ogni disciplina sportiva, sia a livello agonistico che ricreativo, in modo principale mediante la programmazione e l'organizzazione di attività sportive e lo svolgimento di attività didattica.
    A tal fine l'Associazione potrà, fra l'altro:
    • programmare ed organizzare gare e manifestazioni sportive aventi quali principali protagonisti le associazioni sportive ad essa aderenti e le “sezioni” costituite tra i soci persone fisiche;
    • organizzare l'attività sportiva, didattica, ricreativa e culturale sia all'interno che all'esterno degli impianti gestiti, avvalendosi anche di collaboratori esterni (allenatori, dimostratori, insegnanti, conferenzieri, ecc.), per l’avvio, l’aggiornamento ed il perfezionamento della pratica sportiva;
    • promuovere, principalmente nell’area sociale del comune di Livigno, servizi stabili ed efficienti per la pratica dell’attività sportiva;
    • gestire impianti e attrezzature, sportivi e ricreativi, per la pratica sportiva;
    • promuovere ed organizzare manifestazioni sportive, ricreative e culturali;
    • svolgere eventuale ed accessoria attività commerciale, come ad esempio la gestione di punti ristoro e la somministrazione di bevande e/o alimenti, anche negli impianti sportivi;
    • attuare forme di collaborazione con altri enti pubblici e privati, nonché affiliarsi ad altri enti ed organizzazioni, purché non abbiano scopo di lucro.

    Per rendere più agevole il perseguimento del proprio scopo l'Associazione potrà affiliarsi a Federazioni sportive e/o Enti di promozione sportiva; essa potrà inoltre stipulare accordi e convenzioni con altre Associazioni o Società aventi scopo analogo o complementare al proprio.
    L’associazione potrà, inoltre, svolgere attività di promozione sociale, come regolata dalla L. 7 dicembre 2000 n. 383.
  4. Soci: procedura di ammissione e diritti
    Sono ammessi ad assumere la qualifica di soci le associazioni e società sportive dilettantistiche aventi sede nel Comune di Livigno che si propongono interessate alla promozione ed allo svolgimento di una attività sportiva per la quale non vi è, al momento della richiesta di iscrizione, alcuna associazione, società sportiva o sezione già associata che abbia come scopo lo svolgimento della medesima attività sportiva e che, fattane richiesta, ottengano il parere favorevole del Consiglio Direttivo, nonché le persone fisiche con le limitazioni che seguono.
    Le persone fisiche possono associarsi solo se raggiungono un numero minimo di 10 (dieci) e si costituiscono, all’interno dell’associazione, in una “sezione” che si dichiara interessata alla promozione ed allo svolgimento di una attività sportiva per la quale non vi è, al momento della richiesta di iscrizione, alcuna associazione o società sportiva già associata o sezione che abbia come scopo lo svolgimento della medesima attività sportiva.
    Ogni “sezione” così formata ha diritto ad un solo voto in assemblea.
    Le persone fisiche possono altresì associarsi qualora dichiarino, all’atto di presentazione delle domanda, la loro intenzione di aderire ad una “sezione” già costituita all’interno dell’associazione.
    Coloro che non abbiano raggiunto la maggiore età dovranno presentare domanda firmata dai genitori o da chi ne fa le veci.
    Le associazioni e società sportive dilettantistiche, nonché le “sezioni” dovranno, all’atto della richiesta di ammissione a socio, nominare un rappresentante, tale rappresentante deve essere maggiorenne.
    Tutti i soci hanno uguali diritti e doveri, salvo le persone fisiche associate facenti parte delle “sezioni” i cui diritti e doveri ricadono in capo alla “sezione”. In particolare:
    • tutti i soci hanno diritto di voto per l’approvazione e le modificazioni dello Statuto e del Regolamento, nonché per la nomina degli organi direttivi dell'Associazione;
    • nelle assemblee ogni socio ha diritto ad un solo voto;
    • ogni socio ed ogni socio delle associazioni aderenti ha diritto di proporre la propria candidatura a qualsiasi carica sociale, con il parere positivo della propria “sezione” di appartenenza o della propria associazione; è fatto salvo che ogni “sezione” e/o ogni associazione aderente può esprimere il parere positivo per un solo candidato.
  5. Soci: quote e durata della qualifica
    I soci sono tenuti a versare le quote associative stabilite dal Consiglio Direttivo; le quote sono di due tipi: a) di ingresso b) annuali; esse sono differenziate fra persone fisiche e associazioni e società sportive.
    La quota di ingresso deve essere versata dopo l’assunzione della qualifica di socio ed entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione dell’accoglimento della relativa domanda.
    Le quote annuali debbono essere versate entro il 30 novembre di ogni anno.
    Con il versamento della quota di ingresso il socio acquisisce i diritti elencati all’articolo 4 a tempo indeterminato, essendo espressamente esclusa ogni partecipazione temporanea alla vita associativa, salve le ipotesi di recesso, radiazione o decadenza.
    Le quote non potranno in alcun caso essere oggetto di trasferimento o rivalutazione. Il decesso del socio non conferisce agli eredi alcun diritto nell’ambito associativo. In qualsiasi momento il socio potrà recedere da tale qualifica, senza diritto alla restituzione delle quote versate.
    In ogni caso la perdita della qualità di socio non dà diritto alla restituzione di quanto versato all’associazione.
  6. Soci: doveri e sanzioni
    Oltre che al versamento delle quote, di cui si è detto all'articolo precedente, i soci sono tenuti al rispetto dello Statuto e del Regolamento dell'Associazione, nonché delle delibere dell'Assemblea e del Consiglio Direttivo.
    A carico del socio che non abbia rispettato gli obblighi a suo carico, oppure abbia in qualunque modo arrecato danni morali o materiali all'Associazione, potranno essere presi dal Consiglio Direttivo, a maggioranza semplice dei presenti, i seguenti provvedimenti, che saranno immediatamente operativi e saranno appellabili, nel termine di 30 giorni dalla comunicazione al socio, solamente di fronte all’Assemblea dei soci, nel corso della quale gli addebiti verranno esaminati in contraddittorio con l’interessato:
    • sospensione, per un tempo definito ovvero fino alla rimozione della causa del provvedimento o all’indennizzo del danno, secondo quanto sarà stabilito nel provvedimento stesso;
    • radiazione, nel qual caso l’assemblea eventualmente chiamata a decidere sull’appello dovrà essere convocata entro 15 giorni dalla proposizione dello stesso; la proposizione dell’appello non sospende il provvedimento.
    E’ fatto comunque salvo il disposto del terzo comma dell’art. 24 cod. civ.
    Il socio radiato potrà riacquisire tale qualifica solo con voto favorevole dell’Assemblea, a maggioranza assoluta dei tre quarti degli aventi diritto a parteciparvi.
    Il socio decade da tale qualifica per morosità, protrattasi per oltre sei mesi, nel pagamento della quota annuale.
  7. Organi dell'Associazione
    Sono organi dell'Associazione: l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente e il Vice-Presidente, il Direttore Tecnico ed il Revisore se nominato.
  8. Assemblea dei soci, partecipazione, convocazione e modalità di svolgimento
    L’Assemblea dei soci è organo sovrano dell’Associazione; hanno diritto di parteciparvi tutti i soci, siano esse persone fisiche o associazioni o società, in regola col versamento delle quote. Le associazioni e società sportive partecipano mediante il loro rappresentante di cui all’art. 4; tutti i soci persone fisiche appartenenti alle “sezioni” hanno diritto di partecipare all’Assemblea ma hanno diritto ad un solo voto per mezzo del rappresentante da loro nominato.
    Ogni socio ha diritto ad un voto tranne che per i soci facenti parte di ogni “sezione” che, complessivamente, hanno diritto ad un voto; è prevista la partecipazione per delega affidata ad altre associazioni o sezioni aderenti allo Sporting Club Livigno.
    Nelle deliberazioni riguardanti la loro responsabilità i membri del Consiglio Direttivo non hanno diritto di voto.
    L'assemblea dei soci è ordinaria e straordinaria. Essa viene convocata, presso la sede sociale ovvero altrove, purché in Lombardia, dal Presidente di sua iniziativa o su istanza di almeno un decimo degli aventi diritto a parteciparvi; in quest'ultima ipotesi la convocazione è atto dovuto.
    La convocazione può avvenire per lettera raccomandata, anche a mano, da inviarsi almeno otto giorni prima della data fissata per l’Assemblea, ovvero mediante affissione di apposito avviso nella bacheca dell'Associazione; tale avviso deve rimanere esposto ininterrottamente per gli otto giorni precedenti la data dell’Assemblea. L’avviso di convocazione deve contenere il giorno, l’ora ed il luogo della prima e della seconda convocazione, nonché l’ordine del giorno.
    Il Presidente dirige e regola le discussioni, stabilisce le modalità e l’ordine delle votazioni e redige il verbale, assistito da un Segretario nominato dall’Assemblea. In sua assenza svolge tale ruolo il Vice-Presidente ovvero, in mancanza anche di esso, il Consigliere più anziano.
    Di ogni Assemblea dovrà essere redatto verbale, firmato dal Presidente dell’Assemblea e dal Segretario.

Regolamento

In Aggiornamento

Consiglio Direttivo

L’assemblea straordinaria del 04 agosto 2011 ha nominato membri del consiglio direttivo dello Sporting Club Livigno fino al 31 maggio 2016:   
Presidente: Diego Peri
Consigliere: Giuseppe Rocca
 
Consigliere: Greta Galli
 
Consigliere: Mattia Pegorari
 
Consigliere: Daniele Benedetti 

Storia

Lo Sporting è stato costituito nel maggio del '91 per iniziativa del comitato promotore "Som Sclopei" che pensò all'opportunità di riunire tutte le associazioni sportive in un'unica associazione che fosse in grado di coordinare le varie attività sportive, di ottimizzare alcune risorse che potevano essere condivise come la segreteria, le palestre, i furgoni nonché gestire le strutture sportive sul territorio. Al fine di soddisfare queste esigenze, 7 uomini di sport si sono riuniti ed hanno dato vita a questa associazione senza scopo di lucro, seguendo la propria esperienza personale e la propria passione che li legava al mondo della neve e dello sport in generale.

Queste 7 persone sono le seguenti:

  • Pedrana Umberto
  • Ceresa Gian Battista
  • Galli Savio
  • Confortola Franco
  • Confortola Ivo
  • Castellani Lino
  • Galli Mario

Queste persone hanno formato inizialmente un comitato provvisorio, “… composto di cinque membri ai quali spettano i poteri attribuiti dallo Statuto al Consiglio Direttivo, spettando al presidente del Comitato Provvisorio la rappresentanza dell’Associazione…”, che ha guidato i primi passi dell’associazione.

Un altro fine era quello di definire un ente di riferimento unico che facesse da tramite con il Comune per la definizione dei contributi annuali. Il timore iniziale, quello di una spartizione scorretta dei fondi, si dimostrò subito un falso problema. Il Comune per parte sua definì un insolito ma saggio criterio di contribuzione mirato ad aiutare i principianti per l'avviamento allo sport (per loro la quota d'iscrizione alle varie associazioni ed all'attività sportiva è ridotta), premiare i risultati, così da favorire il proselitismo e premiare l'impegno.

Lo Sporting Club ha avuto anche un altro merito: quello di stimolare la nascita e la regolarizzazione delle varie associazioni sportive. Per potersi iscrivere occorre infatti che ogni gruppo sia prima affiliato alla federazione del suo sport o sia costituito come associazione: questo per promuovere una attività continuativa e regolarizzata.

Le associazioni affiliate, da 13 che erano nel 1991, sono oggi salite a 16. Se si considera che 5 società presenti nel primo periodo sono nel tempo praticamente scomparse si può dire sono una ventina le associazioni che finora hanno ruotato intorno allo Sporting Club Livigno: in pratica quasi tutte quelle che sono attive sul territorio.

Dalla sua fondazione, 4 presidenti si sono succeduti allo Sporting Club, fino ad arrivare negli ultimi 7 anni ad avere sempre al comando dell’associazione il presidente storico Domenico Pedrana.

Indirizzo

Plazal dali Schola, 25
23030 Livigno (SO)
I-Italy

Contatti

Email: info@sportingclublivigno.it
Phone: +39-0342-991260
Fax: +39-0342-991269